imagesIl Corso di Contrabbasso tenuto da  Alfonso D’Antuono è indirizzato a quanti vorrebbero intraprendere la pratica professionale ed artistica del Contrabbasso, orientandosi non solo verso l’ambito jazzistico, ma anche verso tutti quei contesti nei quali l’improvvisazione sia parte preponderante dell’espressività.
Il piano di studio è basato sull’acquisizione da parte dell’allievo di tutti i contenuti teorico-pratici prevalentemente in uso in ambito jazzistico (dal Be-Bop ai giorni nostri); per poi essere applicati ed estesi ad altri contesti linguistici (musica etnica,improvvisazione libera, new age etc.).

PREREQUISITI(da accertare mediante audizione)

 * Conoscenza e pratica (con l’arco ed il pizzicato) di scale di Modo Maggiore e Minore a due ottave (almeno fino alla prima metà del manico).
* Conoscenza e pratica degli arpeggi Maggiori e Minori a due ottave.
* Lettura a prima vista di una semplice linea melodica,con l’arco e/o il pizzicato.
* Realizzazione di un “walking bass” su una struttura blues in F o in Bb o in Eb.
* Lettura ed esecuzione di due duetti tra quelli disponibili sul sito www.marcellosebastiani.it nella sezione Bass School/Duetti
NB: Nessuna prova di preselezione è prevista per gli iscritti al V° anno presso qualsiasi Conservatorio o Istituto Pareggiato

STRUTTURA GENERALE dei corsi

Il Corso ha una durata triennale e consiste di 40 ore semestrali, da Novembre a Maggio. A Giugno è previsto l’Esame di passaggio all’anno successivo in presenza di una commissione, che rilascerà un attestato di frequenza e i Contenuti affrontati durante il Corso.
* La frequenza dei Corsi è a scansione mensile di n° 8 ore totali suddivise (4+4) in due giorni consecutivi o nell’arco della giornata (9-13 ; 15-19 )
* Le lezioni saranno collettive, ma ogni singolo allievo, a seconda delle necessità e dei casi specifici, sarà seguito anche individualmente, potrà ascoltare le lezioni di altri allievi e/o utilizzare spazi per lo studio
* E’ previsto l’utilizzo di basi registrate e di materiale audiovisivo atto all’esemplificazione di argomenti specifici.
* Ad ogni singolo allievo saranno assegnati lavori per la successiva lezione (studi tecnici, teorici, soli, analisi etc.) che dovranno essere assolti in maniera che non vanifichi il proficuo iter didattico.
* Alla fine del Triennio, dopo l’Esame Finale, sarà rilasciato un Attestato.
CONTENUTI
vedi nota
PRIMO ANNO* Costruzione ed esecuzione della scala maggiore, minore melodica, armonica e naturale.
* Diteggiatura delle scale ed arpeggi.
* Varianti ritmiche da applicare a scale ed arpeggi utilizzando l’arco e il pizzicato.
* Studi giornalieri per la scioltezza, l’intonazione e l’indipendenza delle dita della mano sx.
* Studio di alcuni duetti da realizzare in insieme (con l’arco e/o pizz.).
* Formazione degli accordi su una scala maggiore e minore.
* La scuola dell’arco.
* La progressione I-VI-II-V.
* I turnaround
* Costruzione di una bass line.
* Arpeggi di dominante (7-9-11-13) a più ottave e varianti ritmiche.
* Ear Training su brani ascoltati, intonazione degli intervalli e ri-esecuzione di frammenti delle scale ascoltate.
* Approccio all’improvvisazione su una progressione II-V-I.
* I fondamentali ritmi latini.

SECONDO ANNO* Scale maggiori e minori con varianti ritmiche a più ottave.
* Scale esatonali, blues, superlocrie.
* Scale modali con varie figurazioni ritmiche.
* Studi giornalieri per indipendenza e l’intonazione.
* Il Kreutzer in C Mag.
* Realizzazione di bass lines.
* Sostituzione degli accordi e vari tipi di turnaround.
* Ascolto e trascrizioni di alcune bass lines prodotte da bassisti significativi.
* Realizzazione di un solo
* Realizzazione di un accompagnamento su un ritmo latino.
* L’uso del capotasto e le varie diteggiature.
* Studio di temi tratti dal repertorio Latin, Bop e Hard Bop.
* Esercizi per la lettura a prima vista.
* Esercizi di Ear Training.
TERZO ANNO* Scale di diverso tipo su tutta la tastiera .
* Utilizzo del capotasto.
* Lettura ed esecuzione di vari duetti.
* Studio di alcuni temi tratti da repertorio vario.
* Intonazione degli intervalli con lo strumento e con la voce.
* Ascolto e trascrizione di alcuni walking bass e soli di bassisti particolarmente significativi.
* Sostituzione degli accordi.
* Forme libere.
* Utilizzo di “sonorità” tipicamente contrabbassistiche per la realizzazione di soli
* Esecuzione di Temi con l’arco e il pizzicato.
* Realizzazione di un solo e di un walking bass su strutture modali.
* Analisi di soli particolarmente significativi.
* Studio di materiale atto al superamento della Prova d’Esame.
* Cenni sulla professione del musicista e regolamentazione giuridica.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

captcha

]