Stefano Freddi

Stefano Freddi

Condizione attuale: libera professione e dall’età di 20 anni insegno privatamente
pianoforte e tastiere, in particolare utilizzando organo Hammond e Fender Rhodes e
avvicinando gli allievi alla musica rock e blues.
Attualmente sono iscritto al secondo anno del corso triennale di pianoforte Jazz presso
il Conservatorio F. Venezze di Rovigo.

Titolo di Studio:

Laurea specialistica con voto 110/110 con lode, in conservazione e
diagnostica di opere d’arte moderna e contemporanea (Facoltà di Scienze Matematiche,
Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Ferrara – classe 12 S) conseguita il 28
ottobre 2008 .

Docenze:

dal 2009 lezioni e docenze presso il centro Consorzi di Sedico (BL) per il corso
triennale di Collaboratore e Restauratore finanziato dalla Regione Veneto, per il Collegio
lombardo periti, esperti e consulenti d’arte (MI) e per il progetto formativo per attività di
perfezionamento e aggiornamento teorico-pratico nel settore del restauro dei beni culturali
a Villa Fabris (Thiene).

Curriculum artistico:

All’età di sei anni ho iniziato i primi studi di pianoforte privatamente; fin da subito il gusto e
il ritmo della musica nera mi hanno indotto allo studio del blues e del jazz privatamente e
da autodidatta. All’età di 15 anni ho partecipato ai primi concerti e alle serate live in alcune
cover band di musica rock nelle province di Mantova, Reggio Emilia, Modena, Verona e
Vicenza come pianista e organista. All’età di 22 anni l’acquisto di un vecchio organo
Hammond e di un Fender Rhodes mi hanno avvicinato alle sonorità degli anni ‘70. Da
questo momento ho cominciato un’intensa attività musicale caratterizzata da importanti
collaborazioni live e da numerose formazioni, dal duo acustico soul blues alla Rock band

autrice di brani inediti originali, alla Tribute band allargata, tributo ai Pink Floyd (Pink

Sonic), che mi ha fornito visibilità sui più importanti palchi del Veneto e non solo. In
particolare con questi progetti ho avuto l’occasione di suonare con alcuni importanti artisti
nazionali ed internazionali come le sorelle Mc Broom (Lorelei e Durga) coriste storiche
dei Pink Floyd (1987-1989), Cheryl Porter, famosa cantante gospel statunitense e
Stevie Biondi, fratello del più celebre Mario Biondi. Attualmente collaboro anche con una
giovane ed emergente cantante di colore, in arte Denise Den Den
(www.denisedenden.com), con un progetto in duo piano e voce e in quartetto (piano, voce,
contrabbasso e batteria) che propone un repertorio di standard soul jazz reinterpretati e di
brani inediti. Con queste formazioni ho partecipato anche ad alcuni festival e rassegne
come Mantova Jazz (2013) e Vicenza Jazz (2012).
Sono autore e compositore di due album autoprodotti (Chubby Clouds e Break It! –
Breaking Vegetables) premiati dalla critica, entrambi registrati con un potente quartetto di
musica rock che mi ha permesso anche alcune trasferte in Europa, in particolare in Belgio.

 

Discografia:

Break it! 2007 Break it! 2007

Chubby Clouds 2009Chubby Clouds 2009

 

 

 

 

 

 

Premiazione ‘Oscar del Blues’ 2008.Premiazione ‘Oscar del Blues’ 2008.
Una fotografia che mi ritrae durante la
premiazione dell’album Break It! come miglior
band esordiente agli ‘Oscar del Blues’, evento
organizzato dalla Kayman Records al Batard
(MO) nel 2008.

 

primo album Break it!.Una foto che mi ritrae durante la registrazione
del primo album Break it!.

 

 

 

 

 

 

 

Vai Al Corso Di Tastiere

Vai al Corso di Pianoforte Jazz